AL TARA I PROFUMI, COLORI E SAPORI DELL’INDIA DEL NORD

Speziata, delicata, elaborata e curata, la cucina del Tara porta in tavola la semplicità e al contempo la ricchezza della tradizione gastronomica indiana. Per una cena che diventa esperienza di gusto in una terra lontana. Dall’antipasto al dolce. Ecco allora che a stuzzicare l’appetito è l’invitante misto di antipasti indiani a base di chicken roll (rotolo di pane e pollo), prawn pakora (gamberi in pastella di ceci e lenticchie) e chaat, tipici street food indiani come i samosa (fagottini ripieni di patate e piselli), accompagnati da ceci, papad (croccantini di farina di lenticchie) e salse allo yogurt e al tamarindo.

Per continuare, si ordina il tandoori misto (carne e pesce marinati e cotti nel tradizionale forno orientale di argilla, servito con una salsina a base di coriandolo, zenzero, menta e peperoncino verde) e specialità al curry quali il chicken tikka masala(cremoso curry di pollo con salsa a base di pomodoro e leggermente piccante), il rogan josh (curry di agnello allo yogurt) e il prawn malai (curry di gamberi al cocco).

In menu anche alcune pietanze di origini indo-birmane come il delicato hariyali chicken (con carote, zucchine e pannocchiette) e l’agro-dolce-piccante chilli chicken (con peperoni e peperoncini). Bocconi speziati da accompagnare all’immancabile riso basmati, bianco o giallo con verdure, e al tipico pane cotto con grande cura nel forno tandoori, declinato in diverse varianti: roti (di farina integrale non lievitato), naan (soffice al latte), paratha (integrale a strati con burro), kishmish naan (con uva sultanina), cheese naan (con ripieno di formaggio) e lassan naan (all’aglio).

Dulcis in fundo, deliziano il palato il sorbetto al mango, i dolcetti cocco e cioccolato e il delicato phirni, a base di budino di riso, mandorle, uvetta e zafferano.

PIATTI VEGETARIANI E GLUTEN FREE

Chi ama la cucina vegetariana, può optare per il vegetable kofta curry (curry di polpette vegetariane), per il baigan bharta (polpa di melanzana affumicata e speziata), per l’alu gobi (piatto della regione del Punjab a base di patate e cavolfiori), per la delicata crema di lenticchie o per il chana masala (piatto di ceci del Nord dell’India).

E ancora, si può scegliere tra le numerose specialità senza glutine, indicate per i celiaci e per chi soffre di intolleranze.

SORSI DI INDIA TRA BIRRE E BEVANDE TRADIZIONALI

Ad accompagnare le portate, un’accurata selezione di etichette, in tutto una ventina tra vini italiani e una vasta scelta di birre, non solo indiane, ma anche italiane e belghe. Si spazia dalle indiane Kingfisher, Cobra e King Cobra all’italiana ambrata Riomaggio. E ancora, alle belghe rifermentate in bottiglia, come la Hy Super Beer, una bionda dal profumo di crosta di pane e dalla schiuma compatta e cremosa e la Blanche de Namur, bianca leggera con coriandolo e curaçao e la Bloemenbier, dai sentori floreali. Non mancano, infine, il tè allo zenzero e il lassi, una bevanda tipica a base di yogurt e polpa di mango, servita a fine pasto come vuole la tradizione indiana.

BUSINESS LUNCH A 13 EURO, BEVANDE ESCLUSE